content top

Il marchio di Moldrock – Ep.4

Il marchio di Moldrock – Ep.4

Da quest’oggi in edicola la quarta ed ultima parte della nuova saga pikappica “Il marchio di Moldrock”, che è stata pubblicata per quattro settimane su Topolino (dal n.3205 al n.3208). La saga si ricollega al filone inaugurato con “Potere e Potenza” e proseguito con “Il raggio nero” (filone che, tra l’altro, è stato intervallato da “Gli argini del tempo” e “Cronaca di un ritorno”). Soggetto e sceneggiatura di Francesco Artibani, matite Lorenzo Pastrovicchio. L’episodio si apre con Pk braccato dagli evroniani di Nebula Faraday, mentre Trauma giace svenuto a terra. Il vecchio mantello però è un osso duro e grazie al comando densomorfico inganna gli assalitori e riesce a mettersi in fuga – da solo – sulla nave. Promette di tornare a salvare i predoni grozsnaz e Trauma, ma per ora è costretto a fuggire. Il ritorno di Pk sulla Terra coincide con la decisione di Moldrock di iniziare a distruggere Paperopoli al fine di dare fondamento alle sue minacce. Inevitabile la scazzottata con Pk, che però non ha alcun modo di prevalere. Quando tutto sembra perduto, ecco arrivare un’astronave interstellare che riesce a superare lo scudo energetico. Ma chi trasporta l’astronave? Trauma, i predoni grozsnaz e altre due vecchie conoscenze… Nell’incredulità generale (soprattutto da parte di noi Pkers :P) compaiono sull’uscio dell’astronave proprio Uno ed il suo celebre creatore Everett Ducklair. Prima di affrontare Moldrock, ED ci aggiorna brevemente sulle sue vicissitudini: dopo essere tornato su Corona è stato costretto a vivere come fuorilegge mentre sua figlia Juniper diventava nuova Regina. La dislocazione della DT lo ha però allertato ed ha deciso di tornare sulla Terra. Sulla via del ritorno, avendo individuato tecnologia Ducklair nei pressi del Pozzo, ha fatto una tappa e recuperato Trauma ed i predoni che lo hanno aggiornato sui fatti. Ma ora bando alle ciance, c’è ancora Moldrock là fuori!! Pk, Trauma, i predoni ed i monaci iniziano uno scontro agguerrito con gli scagnozzi di Moldrock che vengono presto annientati. Il bestione però non cede nemmeno al controllo di Trauma che viene sopraffatto. E’ giunto il momento che ED intervenga: Everett isola sè stesso, Pk e Moldrock in un piano dimensionale dove i poteri di quest’ultimo non hanno effetto. Everett ha così modo di raccontare una volta per tutte la verità dei fatti: dopo la caduta di Moldrock su Corona, lui e la sua orda vennero messi in un sonno artificiale all’interno un laboratorio segreto. Lo scopo era quello di studiarli per poter controllare l’energia del Raggio Nero. Incaricato degli studi proprio Everett, che attraverso una parziale congelazione tempo (effettuata per mezzo di un negatachione) ha potuto dedicarsi al progetto per intere generazioni, finché un giorno incontra Serifa e decide di sposarsi e avere...

Read More

Il marchio di Moldrock – Ep.3

Il marchio di Moldrock – Ep.3

Da quest’oggi in edicola la terza parte della nuova saga pikappica “Il marchio di Moldrock”, che verrà pubblicata per quattro settimane su Topolino (dal n.3205 al n.3208). La saga si ricollega al filone inaugurato con “Potere e Potenza” e proseguito con “Il raggio nero” (filone che, tra l’altro, è stato intervallato da “Gli argini del tempo” e “Cronaca di un ritorno”). Soggetto e sceneggiatura di Francesco Artibani, matite Lorenzo Pastrovicchio. L’episodio si apre col buon vecchio Angus che, intento a fare un servizio su recenti accadimenti, viene intercettato da Moldrock. A tirarlo fuori dai guai il provvidenziale arrivo di un’auto self-driven controllata da Hicks in costante ronda per salvaguardare la cittadinanza. Fangus non è però l’unica preda a sfuggire alle grinfie di Moldrock: Pk e l’archiatra Karkadon, a bordo di un’astronave assemblata da Hicks basandosi sui progetti di Everett, attraverso un passaggio sotterraneo (si veda Pkna #4, “Terremoto”) sfuggono allo schermo ad alta energia presente su Paperopoli. Obettivo: raggiungere il Pozzo (celebre planetoide artificiale evroniano usato come prigione-laboratorio) per recuperare Trauma. Il viaggio procede senza problemi. All’arrivo, però, qualcosa non quadra: molti prigionieri sono liberi sulla superficie del planetoide. Tra questi i predoni Grozsnaz, dei bellicosi nanetti intenzionati a fuggire dal pianeta con l’astronave di Pk. All’improvviso un altro prigioniero in libertà attacca il gruppo ed il nostro eroe protegge i predoni, che decidono dunque di essergli amici. Così scopriamo che il Pozzo è attualmente sotto il controllo di una certa grande testa verde. Dopo aver promesso di portare via dal Pozzo anche i predoni, Pk e l’archiatra si fanno condurre dai piccoletti all’interno dell’edifico della testa verde per ottenere maggiori informazioni su Trauma. In breve il gruppo giunge alla sala della testa verde, che si scopre essere Nebula Faraday, divenuta verde a causa del pessimo cibo ingerito. L’archiatra svela la presenza della comitiva e rivela a Nebula di avere un piano di dominazione della galassia attraverso l’uso combinato di Trauma e Moldrock. Nebula è interessata al piano del doppiogiochista e rivela che Trauma è ancora contenuto nella struttura. Pk ed i predoni a colpi di Extransformer si fanno perciò largo tra la pletore di evroniani e riescono a raggiungere Trauma. Pur di essere liberato, Trauma accetta di aiutare Pk contro Moldrock e così tentano di recuperare l’astronave per tornare sulla Terra. La guarnigione evroniana che li attende alla nave è però molto nutrita: Trauma viene immobilizzato e Pk accerchiato. L’epilogo tra 7...

Read More

Pk Giant #31 – 08/05/2017

Pk Giant #31 – 08/05/2017

Da quest’oggi in edicola il trentunesimo numero di Pk Giant, la nuova ristampa di Pkna edita da Panini. 3,9€ per un formato gigante di ben 27,5×20 cm (esattamente il formato del Rat-Man gigante di Panini per intenderci). Copertina lucida molto morbida e pagine e in carta ruvida. Nell’albo di questo mese viene ristampata la mitica storia “Metamorfosi” (Pkna 28), in cui Xadhoom, dopo un duro scontro con gli Evroniami pare aver perso del tutto i suoi poteri, tornando ad essere una semplice xerbiana… Maggiori dettagli sulla trama nel nostro datacenter. Per quanto riguarda la cover, questo mese penso vinca l’originale a mani basse. Contenuti redazionali minimali ma nel mezzo troviamo un mini-poster con la vecchia cover di Pkna...

Read More

Paperinik #5 (05/05/2017)

Paperinik #5 (05/05/2017)

In edicola dal 5 Maggio il quinto numero della nuova testata “Paperinik”, ideale prosecuzione di “Paperinik AppGrade”. 3,50€ per 240 pagine in formato pocket. Storie a fumetti – Paperinik in 2 + 2 = 5 (Camerini/Ferracina) -> Inedita – Paperinik in i destini di un eroe (Stabile/Intini) – Paperinik e il prodigioso bio – integratore (Tulipano/Leoni) – Paperinik e il segreto di Fantomius (Gervasio) – Paperinik e l’indimenticabile Aida (Sarda/Leoni) – Quando Paperinik mangia pesante – Il cavaliere della città senza nome (Faraci/Ferrario) – Paperinik e la fortuna in prestito (Russo/Soldati) Storie a fumetti guest – Paperinik e il grande trasformista (Gatto/Mazzon) Commento In allegato a questo numero una moneta celebrativa del 100° giro d’Italia con Paperino. Numero interessante per le storie “Paperinik e i destini di un eroe” e “Paperinik e il segreto di Fantomius”, nulla di particolare...

Read More

Il marchio di Moldrock – Ep.2

Il marchio di Moldrock – Ep.2

Da quest’oggi in edicola la seconda parte della nuova saga pikappica “Il marchio di Moldrock”, che verrà pubblicata per quattro settimane su Topolino (dal n.3205 al n.3208). La saga si ricollega al filone inaugurato con “Potere e Potenza” e proseguito con “Il raggio nero” (filone che, tra l’altro, è stato intervallato da “Gli argini del tempo” e “Cronaca di un ritorno”). Soggetto e sceneggiatura di Francesco Artibani, matite Lorenzo Pastrovicchio. L’episodio si apre proprio nel punto in cui simo rimasti 7 giorni fa: Moldrock ha deciso di mostrare i muscoli ai terrestri al fine di ottenere un’astronave interstellare per tornare su Corona. Nel frattempo a Paperopoli Hicks si mette in contatto con i migliori ingegneri e progettisti del mondo affinché prendano in considerazione l’idea di unire le forze e provare a realizzare un’astronave interstellare. Le speranze che i periti interpellati collaborino alla costruzione sono poche e così a Pk viene in mente un altra soluzione: perché non adottare il metodo Trauma (l’evroniano) per confondere del tutto i pensieri a Moldrock che – come sappiamo – soffre già molto a causa del continuo intervento sulla sua psiche da parte della coscienza di tutti gli esseri assorbiti? Sarà sufficiente chiedere all’esercito in prestito alcuni degli evroniani rinchiusi al Dip.51 (si veda la saga “Potere e Potenza” T.3058-3061) per disporre del sufficiente know-how. Sfortunatamente però il Generale Westcock – dopo aver riferito che solo pochi evroniani, tra cui un certo Archiatra Karkadon, si trovano al dipartimento non sotto forma di spore – si rifiuta di aiutare i nostri eroi. Si rende così necessario un recupero “forzato”. L’evroniano recuperato viene così condotto alla Ducklair Tower ed informato rapidamente dei fatti. Difficile sarà ottenere la sua collaborazione. A peggiorare la situazione già critica, l’improvviso arrivo di Moldrock a Paperopoli. L’energumeno fa scattare subito la “carta ricatto” e attiva una sorta di scudo ad alta energia attorno alla città schermandola totalmente. Chissà che questo non basti a convincere il pusillanime evroniano a dare una mano ai nostri...

Read More

Il marchio di Moldrock – Ep.1

Il marchio di Moldrock – Ep.1

Torna in edicola Pk con la nuova saga “Il marchio di Moldrock”, che verrà pubblicata a partire da oggi per quattro settimane su Topolino (dal n.3205 al n.3208). La saga si ricollega al filone inaugurato con “Potere e Potenza” e proseguito con “Il raggio nero” (filone che, tra l’altro, è stato intervallato da “Gli argini del tempo” e “Cronaca di un ritorno”). Soggetto e sceneggiatura di Francesco Artibani, matite Lorenzo Pastrovicchio. Il primo episodio si apre con la visita di un paio di sgherri di Moldrock al monastero di Dhasam-Bull in cerca di Everett (che come tutti sappiamo ha soggiornato diverso tempo al monastero). I monaci si rendono ben presto conto di non essere in grado di affrontare i nemici e fuggono dal monastero usando l’omnitrasmigrazione (una sorta di teletrasporto) verso un sicuro rifugio: il 151° piano della Ducklair Tower in ristrutturazione. Pk ed Hicks (l’I.A. della sala Omega personificata in un androide, attualmente presidente della “Fondazione Ducklair”) sono immediatamente messi in allerta ed il nostro eroe decide di tornare a Dhasam-Bull per indagare. Il monastero appare totalmente in soqquadro e completamente sgombro, ma gli sgherri non devono essersi allontanati molto. Così Pk ed il priore si mettono alla ricerca degli invasori. In breve i due identificano una grotta ghiacciata nella quale Pk s’imbatte in Moldrock (riuscito a scappare dalla dimensione-prigione essendosi sostituito ad uno dei gargouille caduti portati in salvo da Pk). Nonostante le aspettative, Moldrock non ha – per ora – intenzioni ostili: vuole che Pk chieda ai leader globali di consegnargli Everett ed una nave interstellare per poter tornare su Corona (pianeta natale di Everett, ex pianeta sottomesso da Moldrock). In cambio di questi due favori la Terra non sarà soggiogata. Pk finge di accettare la richiesta ma non tarda ad elaborare con Hicks un piano: tornare nell’universo pentadimensionale per recuperare la corona, uno strumento che, se fatto indossare al Moldrock, dovrebbe inibirne i poteri. Grazie ad un portale sviluppato ad hoc da Hicks, il viaggio è rapidissimo ed il recupero altrettanto semplice, non essendo presente il padrone di casa. Oltre che con la corona, Pk torna a Paperopoli assieme a Raksaka, il gargouille a cui Moldrock si era sostituito per fuggire dal mondo pentadimensionale. Accresciuta di Raksaka, la combriccola di monaci guidata da Pk torna al rifugio di Moldrock per cercare di fargli indossare la corona. Il tentativo è però vano dato che il nostro superpapero viene colto in flagrante. Pk se la dà a gambe (i veri eroi sanno quando tirarsi indietro U.U) e Moldrock si riunifica ai suoi sgherri, pronto a lasciare un segno sulla Terra del potere del Raggio Nero… E’ presto per un commento sulla saga, ma l’incipit mi pare veramente buono. Ho...

Read More
content top