content top

Paperinik #91 (05/07/2024)

Paperinik #91 (05/07/2024)

In edicola dal 5 luglio il novantunesimo numero della nuova testata “Paperinik”, ideale prosecuzione di “Paperinik AppGrade”. 4,50€, per 194 pagine in formato pocket. Storie a fumetti – Diary of a wacky knight: trappola su monte crudele (Pesce/Pastrovicchio) -> Inedita – Paperinik e l’estate a Villa Lalla (Michelini/Gervasio) – Paperinik e la crociera impegnativa (C. Panaro/O. Panaro) – Paperinik e progetto zero (Mazzoleni/Panaro) – Paperinik e l’attacco dalla dimensione perduta (Panini/Held) – Paperinik e la forza del tifo (Sarda/Molinari) – Paperinik e l’aiuto inaspettato (Fasano/Barozzi) Commento Continuano anche questo mese le avventure di Sir Paperinik e Fox Knight, versioni fantasy in salsa medioevale di Paperinik e Paperinika. La narrazione mantiene lo stile dei precedenti episodi e il ritmo di lettura non risente dell’alternarsi delle due sotto trame legate ai protagonisti. Tuttavia sono poche le rivelazioni e la storia di questo numero sa tanto di filler. Il tutto riduce il pathos anche se visivamente Pastrovicchio realizza delle tavole intense e profonde come quella in cui Fox Knight riflette sulla drammatica situazione in cui ormai versa il regno di Duckmelot. Passando alle ristampe non possiamo che non ribadire la necessità di svecchiare la selezione di storie dato che si sta pescando veramente da numeri troppo vicini per un mensile, anche se usciti ormai diversi anni fa. Segnaliamo la spassosissima storia Paperinik e la forza del tifo, scelta ovviamente figlia degli europei appena terminati. Protagonista è Scassonio Strarompi (un nome una garanzia), musicista fan della squadra di calcio del Paperopoli nonchè personaggio super scaramantico. La sua prima apparizione risale al Topo 1868 ed è stata ripubblicata su Paperinik 16. Più avanti è stato realizzato un sequel che non vede luce sul mensile da troppo tempo e sarebbe bello fornire un quadro completo ai lettori, seppur in ordine casuale. Ora come ora non sappiamo dove si voglia portare il mensile. Mancano plausibilmente tre numeri alla conclusione del terzo ciclo di Diary of a Wacky Knight e fa quasi pensare il fatto che nella pagina delle anticipazioni sia presente una cover bianca relativa al prossimo numero. Con tanto di disclaimer “la copertina potrebbe subire variazioni”: questo non vuol dire nulla, anche perchè su Anteprima Panini si sono viste delle illustrazioni provvisorie delle prossime uscite, tuttavia è sintomo di come Paperinik sia ormai una testata destinata al pubblico casuale, in maniera simile a quanto inevitabilmente accaduto al mensile Paperino. Anzi forse quest’ultimo si salva per la presenza di redazionali curati e interessanti che da soli danno almeno un piccolo incentivo all’acquisto anche al lettore più appassionato. In conclusione si può dire che c’è un potenziale sprecato non di poco conto e che forse non è il caso di tirarla troppo...

Read More

Paperinik #90 (05/06/2024)

Paperinik #90 (05/06/2024)

In edicola dal 5 giugno il novantesimo numero della nuova testata “Paperinik”, ideale prosecuzione di “Paperinik AppGrade”. 4,50€, per 194 pagine in formato pocket. Il numero è disponibile anche con la sesta e ultima uscita de Il Castello di Paperinik a 8,90€. Storie a fumetti – Diary of a wacky knight: il regno dell’oblio (Pesce/Pastrovicchio) -> Inedita – Paperinik e il predatore digitale (Martinoli/Pochet) – Paperinik e l’inganno del successo (Enna/Gervasio) – Paperinik e il mistero del tempio azteco (Concina/Amendola) – Paperinik e i magnifici 6 (Mainardi/Gottardo) – Paperinik e il genio del secolo (Artibani/Limido) Commento La paura fa… Paperinik. Traguardo notevole per il mensile soprattutto in ottica dell’ormai sempre più vicino obiettivo del 100° albo. La copertina è superlativa, dinamica e dai colori densi al punto giusto da cogliere nel segno. I complimenti vanno ovviamente a entrambi gli autori, Ivan Bigarella  (disegno) e Luca Merli (colore), coppia collaudata che da tempo regala al mensile cover degne di essere incorniciate in un portfolio. L’inedita di questo numero vede la prosecuzione del filone di avventure a sfondo medioevale con protagonisti Sir Paperinik (Paperino) e Fox Knight (Paperina). Lo Zio Re Paperone Pendragon continua il viaggio con nipotame al seguito, allo scopo di scoprire cosa non va nel regno di Duckmelot. Nel frattempo Amelia e Rockerduck hanno preso possesso del castello del Re lontano e cercano in ogni modo di accedere al tesoro nascosto nelle sue segrete, una gemma che permetterebbe alla fattucchiera di portare a compimento i suoi piani. La trama procede meglio dell’episodio precedente ma nel complesso la qualità di questa serie è ottima, sia per disegni che narrazione. Quello che forse un po’ manca è l’uso della prosa che aveva caratterizzato l’intero primo ciclo di storie: ovviamente ciò non è facile ed immediato da realizzare. Inoltre l’intento è quello di esportare queste storie quindi potrebbe trattarsi di una scelta per facilitare il processo di traduzione, seppur ciò faccia perdere la peculiarità di queste avventure. Il fronte delle ristampe è un bagno di sangue per certi punti di vista. Nota dolente da tempo è la presenza di storie ricorrenti che faranno felice il lettore casuale inconsapevole, meno chi lo segue anche solo dalla ristampa di Pikappa (Frittole) del numero 32. Non ci sono neanche ristampe particolarmente degne di nota se non la lunga avventura Paperinik e il mistero del tempio azteco, storia a bivi piacevole e divertente. In conclusione un volume mediocre e poco estivo. A tal proposito ci permettiamo di suggerire Paperinik venditore da spiaggia, se non altro per fornire qualcosa di più inedito rispetto alla solita pigra selezione. Ancor più grave è il fatto che l‘8 giugno ricorreva il 55° anniversario dell’esordio...

Read More

Paperinik #89 (05/05/24)

Paperinik #89 (05/05/24)

In edicola dal 5 maggio l’ottantanovesimo numero della nuova testata “Paperinik”, ideale prosecuzione di “Paperinik AppGrade”. 4,50€, per 194 pagine in formato pocket. Storie a fumetti – Diary of a wacky knight: il folletto fantasma (Pesce/Pastrovicchio) -> Inedita – Paperinik contro… Capitan Paperopoli (Gagnor/Lavoradori) – Paperinik e il superconvegno (Concina/Leoni) – Paperinik e l’ospite (s)gradito (Lepera/Molinari) – Paperinik, uno strappo alla regola (Marconi/Dossi) – Paperinik e il grande Jake (Panaro/Leoni) – La leggenda di Paperinik (Concina/Perina) Commento Proseguono le avventure di Sir Paperinik con il terzo episodio del terzo ciclo di Diary of a Wacky Knight. Per chi non lo conoscesse è un nuovo filone di storie con protagonista un alter ego medioevale di Paperino/Paperinik. La prima serie è uscita all’estero ed è arrivata da noi tramite questo mensile dove poi è proseguita con avventure totalmente inedite. Il primo ciclo è disponibile in volume edito da Giunti e a breve verrà riproposto da Panini Comics stessa (vedasi Anteprima Panini 393). Concentrandoci sull’episodio di questo numero c’è da dire che dal punto di vista grafico Alessandro Pastrovicchio non è da meno al fratello Lorenzo con cui si stanno alternando. Le tavole sono curate nei dettagli e l’atmosfera è cupa al punto giusto. Sul fronte narrativo l’espediente della spada magica è carino ma non c’è il folletto del titolo della storia. Molto più interessanti invece le vicende relative a Fox Knight, a.k.a. Lady Paperina, impegnata a difendere il castello e i suoi tesori dalle grinfie di Amelia e Rockerduck. Tuttavia mentre nel precedente episodio l’alternarsi delle vicende era scandito perfettamente, in questo caso l’avventura risulta un po’ troppo frammentata. Parlando delle ristampe segnaliamo Paperinik contro… Capitan Paperopoli, in cui fa nuovamente ritorno il Narratore Dimensionale, personaggio malvagio che vuole riscrive la storia recente a suo piacimento. A catturare l’attenzione è soprattutto l’ampia gamma di citazioni con cui Roberto Gagnor ha farcito la storia, dal titolo e dallo stile dell’introduzione a battute e personaggi stessi. Novità invece da sottolineare è che finalmente, tra le tante, torna un’avventura che non vedeva la luce da un pezzo sul mensile (escludendo la ristampa Paperinik Il Mito edito dalla Gazzetta dello Sport): La leggenda di Paperinik. La trama prende spunto da un concetto già visto in altre storie: l’armamentario del nostro richiede manutenzione tanto da iniziare a collezionare figuracce. Questo rivitalizza la mala che ormai teme Paperinik al punto da ingigantire le sue imprese, proprio come in una leggenda. Il bello di questa storia è come ne esce il supereroe, giocando d’astuzia e grazie ad un aiuto insperato ma coerente con lo spirito del personaggio. In conclusione un buon albo, “must” per chi sta leggendo le avventure di Sir Paperinik. Il...

Read More

Paperinik #88 (05/04/2024)

Paperinik #88 (05/04/2024)

In edicola dal 5 aprile l’ottantottesimo numero della nuova testata “Paperinik”, ideale prosecuzione di “Paperinik AppGrade”. 4,50€, per 194 pagine in formato pocket. Storie a fumetti – Diary of a wacky knight: il flagello degli elfi (Ambrosio/Pastrovicchio) -> Inedita – Paperinik e la minaccia del narratore dimensionale (Gagnor/Mazzarello) – Paperinik rapinatore per forza (Salvagnini/Gervasio) – Paperinik, Archimede e la fama molesta (Lepera/Pastrovicchio) – Paperinik e la luna caramellata (Nigro/Migheli) – Paperinik e i super poteri problematici (Negrin/Leoni) – Paperinik e il grande sonno (Marconi/Deiana) Commento Nuovo mese, nuovo albo della testata dedicata al nostro supereroe preferito. La cover è a cura di Ivan Bigarella (concept) e Luca Merli (colori) e rimanda alla serie inedita di Diary of a Wacky Knight, qui pubblicata e giunta oggi al suo terzo ciclo. Per chi non lo sapesse, si tratta di un filone di storie nuove uscite inizialmente per il mercato estero e proseguito in via esclusiva sul mensile. Il protagonista è la versione medioevale del super papero, risponde al nome di Sir Paperinik e deve i suoi poteri ad un amuleto che si attiva al grido di “sursum corda“, dal latino “in alto i cuori“. Nel corso della saga si gioca spesso con il latino e le lingue straniere, oltre ad una narrazione quasi in prosa (soprattutto nelle avventure del primo ciclo). Questa premessa si rende doverosa per contestualizzare la copertina, in quanto si ispira ovviamente a Diary of a Wacky Knight ma il personaggio ritratto è Paperinik nelle sue vesti classiche. Probabilmente non si tratta di un errore ma di una scelta dovuta al fatto che il lettore casuale rimarrebbe spiazzato dal design di Sir Paperinik, specie se non conosce il personaggio. Per quanto riguarda l’episodio in sé, Il flagello degli elfi è un ottima storia: c’è molta azione e il focus si sposta alternativamente da Sir Paperinik a Fox Knight (versione alternativa di Paperinika) in maniera perfettamente azzeccata. Si crea un minimo di suspense e infatti l’avventura termina con un cliffhanger che lascia il pepe in bocca. Sul fronte artistico Lorenzo Pastrovicchio si dimostra sempre in forma: Nibelungo, il mostro metallico, ha un design fantastico e curato nei minimi dettagli. La tavola che seziona a metà il robottone vede i paperi in azione nei suoi meandri e meriterebbe una stampa dedicata. Prossimo mese alle matite sarà il turno del fratello, Alessandro Pastrovicchio, che siamo sicuri non sarà da meno. La selezione delle ristampe propone ottime storie, di cui una ripescata dal numero 18 di questa stessa serie. Continuano a latitare la storia Paperinik e il ritorno di Zafire (nonostante il “completismo” millantato sovente dal direttore di Topolino Magazine) e molte altre avventure che hanno trovato...

Read More

Paperinik #87 (05/03/2024)

Paperinik #87 (05/03/2024)

In edicola dal 5 marzo l’ottantasettesimo numero della nuova testata “Paperinik”, ideale prosecuzione di “Paperinik AppGrade”. 4,50€, per 194 pagine in formato pocket. Storie a fumetti – Diary of a Wacky Knight 3: L’enigma della bilancia (Ambrosio/Pastrovicchio) -> Inedita – Paperinik e l’inganno leggendario (Mazzoleni/Asaro) – Paperin(ik)o il diabolico vendicatore (Sisti/Pastrovicchio) – Paperinik e il superpapero dell’anno (Pezzin/Del Conte) – Paperinik e le cattive azioni (Sarda/Migheli) – Paperinik e il futuro imperfetto (Negrin/Leoni) – Paperinik e la minaccia cuginiforme (Marconi/Negrin/Leoni) – Paperinik e la crisi d’identità (Panini/Mazzarello) Commento A partire da questo numero torna la saga di Diary of a Wacky Knight con il suo terzo ciclo. Un’ottima storia sia dal punto di vista della narrazione sia per quanto riguarda i disegni. Non mancano dei momenti educativi mirati ma ciò non guasta il tono della storia che risulta davvero piacevole da leggere. Per chi se la fosse persa, la prima serie è disponibile in un volume della casa editrice Giunti: una veste elegante e carta più adeguata valorizzano tavole e colori. La selezione delle ristampe è vasta e ripropone avventure molto belle. Rimane il solito problema che alcune di esse sono già comparse su questa testata. Per fare un esempio Paperinik e l’inganno leggendario è l’inedita del numero 35; anche se passati due anni buoni dalla pubblicazione, mettiamoci nei panni di chi si è avvicinato al mensile grazie alla serie di Pikappa (frittole), pubblicata a partire dal numero precedente. Il lettore casuale non ci farà caso ed è inevitabile capiti di doppiare titoli già apparsi ma il fenomeno è attualmente eccessivo, considerato che ci sono storie che non vengono mai sfiorate. Che senso ha, allora, comprare questi numeri? Persino all’acquirente occasionale conviene andare a pescare qualche numero vecchio magari presso l’usato, tanto troverà le stesse storie. E ancora a questo punto viene da chiedersi: era veramente necessario azzerare la numerazione di Paperinik Appgrade? Ovviamente è stata solo una mossa di marketing, considerato che chi ha preso il nuovo numero uno non ha trovato nemmeno una delle storie originali. Ciò non toglie che le storie ivi riproposte non meritino di essere rilette, specie se di autori del calibro di Emanuela Negrin e Lucio Leoni, due tra coloro i quali ci hanno regalato le migliori storie con protagonista il Vecchio Mantello. C’è anche spazio per una storia più introspettiva, Paperinik e la minaccia cuginiforme, in cui Paperoga è l’eroe incompreso di tutti i giorni, persino più del classico e sfortunato Paperino. In conclusione un buon albo ma replica di sé stesso, all’interno di una testata qualitativamente morta. Si salva solo per i nuovi episodi di Diary of a wacky knight che da soli non giustificano l’acquisto....

Read More
content top