content top

Il marchio di Moldrock – Ep.2

Il marchio di Moldrock – Ep.2

Da quest’oggi in edicola la seconda parte della nuova saga pikappica “Il marchio di Moldrock”, che verrà pubblicata per quattro settimane su Topolino (dal n.3205 al n.3208). La saga si ricollega al filone inaugurato con “Potere e Potenza” e proseguito con “Il raggio nero” (filone che, tra l’altro, è stato intervallato da “Gli argini del tempo” e “Cronaca di un ritorno”). Soggetto e sceneggiatura di Francesco Artibani, matite Lorenzo Pastrovicchio. L’episodio si apre proprio nel punto in cui simo rimasti 7 giorni fa: Moldrock ha deciso di mostrare i muscoli ai terrestri al fine di ottenere un’astronave interstellare per tornare su Corona. Nel frattempo a Paperopoli Hicks si mette in contatto con i migliori ingegneri e progettisti del mondo affinché prendano in considerazione l’idea di unire le forze e provare a realizzare un’astronave interstellare. Le speranze che i periti interpellati collaborino alla costruzione sono poche e così a Pk viene in mente un altra soluzione: perché non adottare il metodo Trauma (l’evroniano) per confondere del tutto i pensieri a Moldrock che – come sappiamo – soffre già molto a causa del continuo intervento sulla sua psiche da parte della coscienza di tutti gli esseri assorbiti? Sarà sufficiente chiedere all’esercito in prestito alcuni degli evroniani rinchiusi al Dip.51 (si veda la saga “Potere e Potenza” T.3058-3061) per disporre del sufficiente know-how. Sfortunatamente però il Generale Westcock – dopo aver riferito che solo pochi evroniani, tra cui un certo Archiatra Karkadon, si trovano al dipartimento non sotto forma di spore – si rifiuta di aiutare i nostri eroi. Si rende così necessario un recupero “forzato”. L’evroniano recuperato viene così condotto alla Ducklair Tower ed informato rapidamente dei fatti. Difficile sarà ottenere la sua collaborazione. A peggiorare la situazione già critica, l’improvviso arrivo di Moldrock a Paperopoli. L’energumeno fa scattare subito la “carta ricatto” e attiva una sorta di scudo ad alta energia attorno alla città schermandola totalmente. Chissà che questo non basti a convincere il pusillanime evroniano a dare una mano ai nostri...

Read More

Il marchio di Moldrock – Ep.1

Il marchio di Moldrock – Ep.1

Torna in edicola Pk con la nuova saga “Il marchio di Moldrock”, che verrà pubblicata a partire da oggi per quattro settimane su Topolino (dal n.3205 al n.3208). La saga si ricollega al filone inaugurato con “Potere e Potenza” e proseguito con “Il raggio nero” (filone che, tra l’altro, è stato intervallato da “Gli argini del tempo” e “Cronaca di un ritorno”). Soggetto e sceneggiatura di Francesco Artibani, matite Lorenzo Pastrovicchio. Il primo episodio si apre con la visita di un paio di sgherri di Moldrock al monastero di Dhasam-Bull in cerca di Everett (che come tutti sappiamo ha soggiornato diverso tempo al monastero). I monaci si rendono ben presto conto di non essere in grado di affrontare i nemici e fuggono dal monastero usando l’omnitrasmigrazione (una sorta di teletrasporto) verso un sicuro rifugio: il 151° piano della Ducklair Tower in ristrutturazione. Pk ed Hicks (l’I.A. della sala Omega personificata in un androide, attualmente presidente della “Fondazione Ducklair”) sono immediatamente messi in allerta ed il nostro eroe decide di tornare a Dhasam-Bull per indagare. Il monastero appare totalmente in soqquadro e completamente sgombro, ma gli sgherri non devono essersi allontanati molto. Così Pk ed il priore si mettono alla ricerca degli invasori. In breve i due identificano una grotta ghiacciata nella quale Pk s’imbatte in Moldrock (riuscito a scappare dalla dimensione-prigione essendosi sostituito ad uno dei gargouille caduti portati in salvo da Pk). Nonostante le aspettative, Moldrock non ha – per ora – intenzioni ostili: vuole che Pk chieda ai leader globali di consegnargli Everett ed una nave interstellare per poter tornare su Corona (pianeta natale di Everett, ex pianeta sottomesso da Moldrock). In cambio di questi due favori la Terra non sarà soggiogata. Pk finge di accettare la richiesta ma non tarda ad elaborare con Hicks un piano: tornare nell’universo pentadimensionale per recuperare la corona, uno strumento che, se fatto indossare al Moldrock, dovrebbe inibirne i poteri. Grazie ad un portale sviluppato ad hoc da Hicks, il viaggio è rapidissimo ed il recupero altrettanto semplice, non essendo presente il padrone di casa. Oltre che con la corona, Pk torna a Paperopoli assieme a Raksaka, il gargouille a cui Moldrock si era sostituito per fuggire dal mondo pentadimensionale. Accresciuta di Raksaka, la combriccola di monaci guidata da Pk torna al rifugio di Moldrock per cercare di fargli indossare la corona. Il tentativo è però vano dato che il nostro superpapero viene colto in flagrante. Pk se la dà a gambe (i veri eroi sanno quando tirarsi indietro U.U) e Moldrock si riunifica ai suoi sgherri, pronto a lasciare un segno sulla Terra del potere del Raggio Nero… E’ presto per un commento sulla saga, ma l’incipit mi pare veramente buono. Ho...

Read More

Cronaca di un ritorno – Ep. 4 (Topolino 3185)

Cronaca di un ritorno – Ep. 4 (Topolino 3185)

Pikappa è tornato sulle pagine di Topolino con una nuova serie in quattro puntate ideata e sceneggiata da Alessandro Sisti, con i disegni di Claudio Sciarrone e i colori di Max Monteduro. Da quest’oggi in edicola su Topolino n.3185 la quarta ed ultima parte della saga. La strategia di Pikappa, che consiste nell’allearsi sia con gli evroniani sia con gli en’tomek all’insaputa gli uni degli altri, sembra funzionare. È grazie a essa che Xadhoom ha ripreso conoscenza dopo un lungo sonno. Tutto bene sul planetoide evroniano, dunque? Niente affatto: la xerbiana ha perso i suoi poteri, gli en’tomek stanno prosciugando l’energia del sole, ed è per questo che la Terra intera è preda del ghiaccio. Inoltre, tra gli evroniani ce n’è uno che sospetta che Pikappa stia facendo il doppio gioco. Uhm… butta male, per il papero mascherato. Senza perdersi d’animo, Pk e Xadhoom chiedono agli evroniani di poter costruire un marchingegno per consentire ad Occhibelli di poter recuperare i poteri. Sebbene serpeggino diffidenze, il capo branca scientifica accorda a Xadhoom di poter lavorare con il suo secondo, Manootensyon (ritenuto dotato d’intelligenza paragonabile a quella di una spora). Mentre Xadhoom è al lavoro, Pk continua a trattare/temporeggiare con gli en’tomek, ma viene sorpreso da due soldati ed è costretto a chiudere la conversazione con un pugno firmato extransformer. La faccenda non fa altro che alimentare i sospetti nei confronti del superpapero, ovviamente. Frattanto Occhibelli – al lavoro sul suo macchinario in laboratorio – scopre che Manootensyon finge d’essere stupido, sebbene sia dotato di una finissima mente. Xadhoom riferisce così le sue valutazioni a Pk e Manootensyon non può far altro che ammettere di fingere stupidità per cercare di non far scoprire la sua vera natura: essere un evroniano … BUONO!! Ma non è l’unico colpo di scena: Manootensyon è l’unico evroniano sul planetoide ad aver visto anche quella parte di ricordi di Xadhoom che chiariscono inequivocabilmente i rapporti intercorsi tra Pk, Ochibelli ed Evron. La situazione è piuttosto strana ma si arriva rapidamente ad un accordo: Manootensyon continuerà ad aiutare i nostri due eroi (in quanto intenzionato ad evitare che gli evroniani compiano delle crudeltà) in cambio della promessa che Pk e Xadhoom di non facciano del male ai suoi simili. Quando tutto finalmente sembra procedere per il verso giusto, scoppia la catastrofe: gli en’tomek – avendo compreso il doppio gioco di Pk – sferrano un imponente attacco e non appena il superpapero riesce a respingerli (anche con l’aiuto di navi corazzate inviate a supporto da Hicks) anche gli evroniani comprendono il doppio gioco e sono decisi a giustiziare Xadhoom ed il vecchio mantello. Tutto è perduto? No! Manootensyon, fiducioso del lavoro di Xadhoom sul marchingegno, lo attiva...

Read More

Cronaca di un ritorno – Ep. 3 (Topolino 3184)

Cronaca di un ritorno – Ep. 3 (Topolino 3184)

Pikappa è tornato sulle pagine di Topolino con una nuova serie in quattro puntate ideata e sceneggiata da Alessandro Sisti, con i disegni di Claudio Sciarrone e i colori di Max Monteduro. Da quest’oggi in edicola su Topolino n.3184 la terza parte della saga; l’ultimo episodio sarà in edicola la prossima settimana. Per entrare in contatto con Xadhoom, sua antica alleata, Pikappa si fa catturare dai misteriosi e aggressivi esseri meccanici che hanno occupato parte del planetoide evroniano, gli en’tomek. Così facendo, il papero mascherato agisce in barba ai suoi inediti alleati, un gruppo di evroniani che ignora la sua identità ed è finito alla deriva (proprio come gli en’tomek) perché decimato dai colossali e potentissimi pacificatori. Intanto, sull’intero pianeta Terra si abbatte un’impossibile ondata di gelo che minaccia di annientare il pianeta. Tornato dagli evroniani sotto copertura, Pk viene finalmente condotto da Xadhoom. Si tratta proprio di Occhibelli in carne ed ossa, anche se attualmente pare essere svenuta. Sembra che l’attuale stato di Xadhoom sia stato causato da un tentativo di assorbimento da parte degli en’tomek; gli evroniani del planetoide raccontano infatti di essersi impossessati della creatura proprio poco prima che i pacificatori riuscissero ad assorbirla del tutto. Ma perché assorbire Xadhoom-stella? Per ottenere energia chiaramente! E sembra proprio che la stessa procedura sia attualmente in corso sul Sole e perciò sia questa l’effettiva causa del gelo sulla Terra. Un dramma! Pk capisce chiaramente di aver sbagliato ad allearsi con gli en’tomek e perciò impone agli evroniani di trovare un modo per risvegliare Xadhoom poiché “potentissima alleata di Evron” ed essenziale ai loro scopi. Sebbene i dubbi inizino a serpeggiare tra gli evroniani, Xadhoom viene ugualmente risvegliata, anche se totalmente priva dei suoi poteri (l’azione degli en’tomek pare infatti averla “spenta”). Occhibelli viene messa al corrente della situazione dal super papero ed i due meditano sul da farsi: anzitutto bisogna “riaccendere” Xadhoom e poi definire un contrattacco. A che strategia avranno pensato i due? Lo scopriremo tra 7...

Read More

Cronaca di un ritorno – Ep. 2 (Topolino 3183)

Cronaca di un ritorno – Ep. 2 (Topolino 3183)

Pikappa è tornato sulle pagine di Topolino con una nuova serie in quattro puntate ideata e sceneggiata da Alessandro Sisti, con i disegni di Claudio Sciarrone e i colori di Max Monteduro. Da quest’oggi in edicola su Topolino n.3183 la seconda parte della saga; i prossimi episodi arriveranno in edicola le prossime due settimane. Il gelo attanaglia la Terra. In cielo, invece, è tutta un’altra storia. All’interno del planetoide evroniano in orbita dalle parti del Sole, Pikappa incrocia un gruppo di succhiaemozioni insolitamente poco bellicosi, privi di una gerarchia militare, che sembrano ignorarne l’identità. Il superpapero mascherato non deve battersi, almeno per ora, e fa una scoperta destabilizzante: ad avere guidato gli alieni in questo settore della galassia è stata Xadhoom, la xerbiana nemica giurata proprio degli evroniani che ha combattuto tante volte a fianco del nostro eroe. La situazione è molto delicata ma Pk – puntando sul fatto di essere sconosciuto a questi evroniani – tenta il bluff: rivela di essere un alleato evroniano di altissimo valore, praticamente un amicone dell’Imperatore. Incredibilmente gli evroniani credono alle parole del superpapero, poiché sperano possa ricondurli al resto dell’Impero. A Pk viene così rivelato che il planetoide è praticamente sguarnito e che – come già sospettato – è privo di qualsivoglia membro di alta casta. Il motivo di questa condizione risiede in un terribile scontro contro una popolazione aliena robotica, gli En’Tomek, che in un attacco è riuscita distruggere i loro comandanti ed il loro Imperatore. I conti però non tornano, poiché tutti ricordiamo sia stata Xadhoom la causa della caduta dell’Imperatore. L’incongruenza è però presto spiegata: quando un planetoide evroniano raggiunge un numero di abitanti troppo elevato, si procede ad uno sdoppiamento. Ci si dota così di un secondo Imperatore e di un secondo planetoide e si divide la popolazione in due. Pk ha insomma a che fare con l’ultimo planetoide evroniano superstite, che per giunta è braccato da questi misteriosi assalitori robotici. La minaccia è piuttosto concreta poiché proprio nel bel mezzo della conversazione scoppia un attacco. Pk scende al fianco degli evroniani ma nella colluttazione viene catturato e condotto tra le file nemiche. Fortunatamente, compreso che non si tratta di un evroniano, gli En’Tomek si aprono al dialogo. Scopriamo tra l’altro che gli En’Tomek non sono individualità distinte ma ragionano come unica entità che attualmente è nemica degli Evroniani. Pk non può che cogliere la palla al balzo: dice di essere il nemico giurato degli evroniani e propone un’azione sotto copertura per distruggerli. I robottoni accettano e rilasciano Pk simulando agli occhi degli evroniani un’eroica fuga. Commento: Un proseguo senz’altro interessante che mi ha particolarmente divertito grazie alle magnifiche gag evroniane (si sente assai il tocco...

Read More

Cronaca di un ritorno – Ep. 1 (Topolino 3181)

Cronaca di un ritorno – Ep. 1 (Topolino 3181)

Pikappa è tornato sulle pagine di Topolino con una nuova serie in quattro puntate ideata e sceneggiata da Alessandro Sisti, con i disegni di Claudio Sciarrone e i colori di Max Monteduro. La pubblicazione della prima parte è avvenuta oggi sul Topolino n.3181, mentre per i prossimi episodi dovremo attendere i numeri 3183, 3184 e 3185. La narrazione segue alle ultime vicende descritte in “Il raggio nero” (Topolino n. 3127, 3128, 3129, 3130, 3131). Un breve ragguaglio per i giù smemorati: Pk è riuscito a riportare a Paperopoli la Ducklair Tower e a sigillare il portale verso altre dimensioni e l’IA della sala Omega – attraverso l’uso di un corpo bionico umanoide di nome Hicks – ha pubblicamente annunciato la ricostruzione dell’edificio a 150 piani (+ 1) per conto della Fondazione Ducklair. Vi è tornato alla mente tutto? Benissimo! A poco tempo di distanza da quegli eventi un misterioso freddo si abbatte su Paperopoli ed in una ricognizione il nostro Vecchio Mantello finisce per imbattersi in una navicella che pare essere… evroniana!!! Dopo amichevoli convenevoli a suon di pugni, i pochi evroniani presenti si mettono in fuga, mentre Pk e Hicks cercano di ottenere qualche informazione in più sulla loro provenienza: pare che una sorta di planetoide evroniano sia comparso nei pressi del Sole. Pk è deciso ad indagare, ma la DT è sprovvista dell’astronave interstellare sulla sua sommità (cfr Pk2 #18); perciò Hicks si dedica ad analizzare nel dettaglio gli altri armamenti presenti nella DT – poiché ancora non è in grado di interfacciarsi completamente con tutta la torre – e consiglia nel frattempo a Pk di barricarsi nella sala Omega. Ma si sa, il nostro superpapero è una testa calda! Così, utilizzando un telecomando apriporta consegnatogli da Uno tempo addietro, inizia a vagare nei sotterranei alla ricerca della navetta evroniana che l’ha condotto in salvo sulla Terra dopo la sconfitta di Evron per mano di Xadhoom. Chi cerca trova, ed ecco il nostro eroe in un battibaleno a bordo dell’astronave diretto verso il planetoide misterioso. Hicks si rende presto conto delle intenzioni di Pk e tenta di dare supporto radiofonico. Giunto nei pressi del planetoide, avviene qualcosa di inaspettato: misteriose astronavi non evroniane muovono un attacco e – quasi inconsapevolmente – Pk si batte al fianco delle navi evroniane per cacciare gli aggressori. E’ una vittoria e la navetta di Pk viene condotta all’interno del planetoide. Amara la sorpresa degli alieni viola nello scoprire che il misterioso pilota non è uno di loro: a Pk viene risparmiata temporaneamente la vita per i meriti militari e viene condotto presso il Supremo Assoluto F-F. Ma c’è qualcosa che non torna, il Supremo pare essere un semplice soldato...

Read More
content top